Massacri in Congo per il coltan

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno dei componenti fondamentali di tutti i nostri telefoni, video camere e video giochi è un conduttore chiamato Coltan. Ha l’aspetto di sabbia nera ed è un metallo più prezioso dei diamanti. Le guerre Africane non sono causate dai conflitti tribali ma la causa principale sono le loro materie prime. Questo minerale è la causa principale della guerra che dal 1998 ha ucciso più di 4 milioni di persone in Congo. L’ 80 % del Coltan in circolazione viene estratto in Congo e alcune delle più grosse multinazionali sfruttano queste miniere.  Il coltan contiene una parte di uranio, quindi è radioattivo, provoca tumori e impotenza sessuale e viene estratto dai minatori a mani nude…

La richiesta sempre crescente ha scatenato una vera e propria corsa alle miniere da parte dei guerriglieri che se ne vorrebbero impadronire, non solo dal Congo ma anche dai vicini Uganda e Rwuanda.  Nel 1998 il Coltan costava 2 dollari al kg,  nel 2004 quando le richieste da parte dell’occidente erano tantissime arrivò a costare 600 dollari al kg.

Questa è una guerra di cui in questo momento non si parla quasi, ci sono massacri che avvengono ogni giorno in Congo e  forse sarebbe il caso di cominciare a dare il giusto risalto mediatico, perchè non ci sono guerre meno dolorose, non ci sono vite meno preziose.

Da oggi parleremo anche della guerra in Congo, dei ribelli chiamati M23.

ph Al Jazeera

Apr news



Categorie:Esteri, Politica

Tag:, , , , , , ,

1 reply

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: