Giovanni Lo Porto rapito in Pakistan ancora ostaggio

20130426-180529.jpg

Dopo il rilascio dei quattro reporter italiani fermati in Siria c’e’ un altro italiano ancora in ostaggio dal 2012 in Pakistan.
Si tratta del cooperante italiano Giovanni Lo Porto, rapito il 19 gennaio 2012 con il collega tedesco Bernd Johannes Mohlarback in Pakistan.
I due lavoravano per la ong Welt Hunger Hilfe (Aiuto alla fame nel mondo).
Ripetutamente il Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP), principale movimento armato anti-governativo, ha negato di avere in mano i due cittadini europei, e ad oggi ancora non e’ chiaro chi sia dietro il loro rapimento. A dicembre scorso, la tv pachistana Dunya Tv ha trasmesso un video, “diffuso da al Qaida”, in cui Mohlarback chiedeva al governo di Berlino di accettare le richieste formulate dai suoi sequestratori perche’ altrimenti sarebbe stato ucciso. Il tedesco, 59 anni, spiegava di essere stato rapito da non meglio precisati ‘jihadisti’ ”a causa delle politiche sbagliate del governo tedesco”. Nel video, di meno di un minuto, non c’e’ mai un riferimento a Lo Porto, anche se il cooperante tedesco usava ripetutamente il “noi”: “Siamo in difficolta’”, aveva sottolineato Mohlarback.

APR news
F a

Annunci


Categorie:Esteri, Inchieste Varie, Politica

Tag:, , , , ,

1 reply

Trackbacks

  1. Giovanni Lo Porto ucciso da un drone della CIA | APR News – quotidiano on line

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: