Cos’è Al Shabaab

al_shabaab

Al-Shabaab significa “La gioventù” in arabo.
Il Harakat al-Shabaab al-Mujahidin, comunemente noto come al-Shabaab, è l’ala giovanile militante del Consiglio somalo delle Corti islamiche, che controllava la maggior parte del sud della Somalia nella seconda metà del 2006.
Nonostante l’indebolimento del gruppo, ad opera delle forze somale ed etiopi nel 2007, al-Shabaab
ha continuato con le sue azioni violente nella Somalia meridionale e centrale.
Il gruppo è legato ad al-Qaeda e attualmente, nonostante sia stato respinto dalla maggior parte delle città principali che una volta controllava, rimane una minaccia potente.
Il gruppo ha esercitato il controllo sulle posizioni strategiche in diversi settori e opera il reclutamento, sovente forzato, di militanti.
Con l’aiuto dei clan regionali e con le loro milizie e le tattiche terroristiche, al-Shabaab combatte contro il governo somalo federale (SFG), l’African Union Mission in Somalia (AMISOM), le forze di pace, e le organizzazioni umanitarie non governative.
Al Shabaab è stato segnalato nell’elenco dei gruppi terroristici negli Stati Uniti e nel Regno Unito e si crede che abbia tra 7.000 e 9.000 combattenti (dati 2014).

Chi è il leader di al-Shabaab?

Ahmed Abdi Godane è il capo del gruppo. Conosciuto come Mukhtar Abu Zubair, arriva dalla regione nord separatista del Somaliland.
Egli è stato visto raramente in pubblico. Il suo predecessore, Moalim Aden Hashi Ayro, è stato ucciso in un attacco aereo degli Stati Uniti nel 2008.
Godane, che aveva legami con il gruppo di al-Qaeda, mantiene una linea dura e con la sua visione internazionale è emerso vittorioso da una lotta di potere interna.
Il suo rivale, Sheikh Hassan Dahir Aweys, è invece più focalizzato sulla lotta all’interno della Somalia. Attualmente è in custodia del governo, mentre molti dei suoi alleati sono stati uccisi.

Quali sono i legami di al-Shabab con altri gruppi stranieri?

In un video pubblicato nel febbraio 2012 si vede Godane che dichiara “obbedienza” al capo di al-Qaeda, Ayman al-Zawahiri.
I due gruppi hanno lavorato a lungo insieme e ci sono numerose segnalazioni di presenza di jihadisti stranieri che vanno in Somalia per aiutare al-Shabaab: i loro paesi di origine sono Yemen, Sudan, Afghanistan, Pakistan, Arabia Saudita, Bangladesh.
Funzionari degli Stati Uniti temono che, siccome al-Qaeda si sta ritirando dall’Afghanistan e Pakistan dopo l’uccisione di Osama Bin Laden, esista la possibilità che i combattenti trovino rifugio anche in Somalia.
Ci sono stati numerosi rapporti dove si riporta che al-Shabaab può aver formato alcuni collegamenti con altri gruppi militanti in Africa, come Boko Haram in Nigeria e al-Qaeda nel Maghreb islamico, con base nel deserto del Sahara.

al_shabaab_map
Apr news

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Politica, Terrorismo Gruppi

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: