Belgrado: dopo migliaia di chilometri, a metà strada verso la libertà

IMG_2749 copia

Belgrado: centinaia di profughi affollano il parco vicino alla stazione in attesa di partire verso il confine per l’Ungheria, in treno o in autobus. La maggior parte di loro proviene dalla Siria, ci sono moltissime famiglie con bambini, ognuna con il proprio percorso alle spalle, lungo settimane o mesi, ma anche ragazzi provenienti dall’Afghanistan, dal Pakistan, dalla Somalia e dall’Eritrea. Quasi per tutti l’unico bagaglio, che contiene tutta una vita, è solamente uno zaino. Si incontrano gentilezza e disponibilità sia da parte di singoli cittadini, che da parte della polizia, mentre diverse associazioni di volontariato, locali e internazionali, si occupano di distribuire cibo, acqua e altri generi di prima necessità. La Serbia rilascia ai rifugiati un permesso di transito di tre giorni, oppure offre la possibilità di richiedere asilo politico. Finora hanno fatto richiesta d’asilo ufficiale circa 500 persone, soprattutto somali ed eritrei, gli altri hanno scelto di proseguire verso il nord Europa.

Apr news

C.M.

Annunci


Categorie:Esteri, Politica

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: