Sudan: Condannata a morte perché cristiana

 700px-Ground_Zero_Mosque_Protesters_11

Meriam Yeilah Ibrahim, medico di 27 anni, all’ottavo mese di gravidanza, e madre di un bambino di 20 mesi, è stata condannata a morte per apostasia. Attualmente si trova in carcere con laccusa di aver abbandonato la propria fede. Il giudice l’ha anche condannata a 100 frustate per adulterio in quanto sposata con un cristiano in un matrimonio che non è considerato valido dalla ‘sharia’.

Il padre di Meriam, che l’ha abbandonata all’età di 6 anni, era mussulmano e la madre era ortodossa, tutto ciò è bastato al giudice per pronunciare questa terribile sentenza.

Diversi governi si muovono e stanninoltrando appelli al governo del Sudan “di rispettare il diritto di libertà di religione, compreso il diritto di ciascuno di cambiare la propria fede o le proprie credenze, un diritto che è sancito dal diritto internazionale e dalla stessa Costituzione ad interim sudanese del 2005″.

Apr news 

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: