Iran: 127 anni di prigione perché iscritti a Facebook

 

20140715-135706-50226724

Otto persone sono state condannate, in totale, a 127 anni di prigionia per aver criticato il sistema iraniano sulle pagine di Facebook.
L’agenzia Irna riporta che le imputazioni, secondo la corte, sono state di propaganda, di tentativo di destabilizzazione, minaccia per la sicurezza nazionale e insulto ai leader del Paese.
Le otto persone imprigionate sono amministratori delle proprie pagine FB ma la loro identità non è stata resa pubblica.
Le pene comminate sono comprese tra 11 e 21 anni di prigione per ciascuno di loro.
Siti come Twitter e FB sono accusati di strumentalizzare i disordini, come quello che successe nel 2009.
Nel maggio di quest’anno, infatti, il tribunale iraniano ha ordinato al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, di apparire davanti alla corte per rispondere su alcune domande legate alla violazione della privacy.
Il presidente iraniano Rouhani, dopo aver vinto le ultime elezioni, ha promesso maggiore libertà sui social network e per i media, ma le forze conservatrici sono riuscite a bloccare la sua riforma.

Apr news
Fsnew

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Politica

Tag:, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: