Siria: ribelli moderati siriani si arrendono ai jihadisti

Schermata 2014-11-04 alle 13.12.13

Due principali gruppi dei ribelli siriani che hanno ricevuto armi dagli Stati Uniti per combattere sia Assad sia i gruppi jihadisti in Siria si sono arresi ad al-Qaeda.

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno fatto affidamento su Harakat Hazm e sul Fronte Rivoluzionario Siriano per creare una forza di terra che avrebbe attaccato lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (Isis).

Negli ultimi sei mesi i gruppi Hazm e SRF hanno ricevuto delle armi pesanti dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti, tra cui razzi Grad e missili anticarro TOW.

Ma nella notte di sabato scorso Harakat Hazm si è arreso e ha consegnato le forniture di armi a Jabhat al-Nusra, l’affiliato di al-Qaeda in Siria, dopo una battaglia in cui sono stati sconfitti intorno ai villaggi nella provincia settentrionale di Idlib.

Il giorno dopo Jabhat al-Nusra ha sconfitto SRF. L’attacco ha costretto il gruppo alla resa e alla perdita del territorio di Hama.

Aymen al-Tammimi, un analista della situazione in Siria ha detto “come movimento, la SRF è effettivamente finito”.

Il crollo della SRF e gli attacchi su Harakat Hazm hanno indebolito notevolmente la presenza di gruppi moderati in Siria che, dopo quasi quattro anni di conflitto, sta diventando sempre più un campo di battaglia tra il regime siriano e le organizzazioni jihadiste.

Per gli Stati Uniti, le armi che sono cadute nelle mani di Al Qaeda sono un incubo.

A Idlib, Harakat Hazm ha comunicato la posizione delle armi a Jabhat al-Nusra “senza sparare un colpo”, secondo alcuni rapporti, e alcuni degli uomini si sono uniti ai jihadisti.

Ad Aleppo, dove Harakat Hazm ha anche una presenza, il gruppo è sopravvissuto, ma solo con la firma di un accordo di cessate il fuoco con Jabhat al-Nusra, rinunciando ad una parte dei loro posti di blocco.

Il presidente Obama ha recentemente annunciato un nuovo programma, gestito da Stati Uniti, Turchia e altri alleati, per addestrare 5000 ribelli siriani a combattere l’Isis.

Ma le rigorose procedure d’istruzione e formazione professionale dei candidati siriani per il programma preannunciano che passeranno parecchi mesi prima che inizi il corso, e tutto questo faciliterà  l’Isis e Al Qaeda nella conquista del territorio.

Apr news

ftelegraph

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Politica

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: