Iraq: ritrovato materiale radioattivo pericoloso

 

Radioactive.svg copia

Il materiale radioattivo “estremamente pericoloso” che era scomparso quattro mesi fa è stato ritrovato, scaricato nei pressi di una stazione di benzina, nella città meridionale di Zubair, nella provincia di Basra in Iraq, ha riferito oggi il portavoce del ministero dell’ambiente Ameer Ali.

Ali ha detto che non era stato danneggiato e non ci sono preoccupazioni circa l’eventuale emissione di radiazioni dal materiale stesso.

Reuters ha riferito la scorsa settimana che il materiale era stato rubato nel mese di novembre da un impianto di stoccaggio dei servizi petroliferi della società Weatherford, di proprietà degli Stati Uniti, vicino alla città meridionale di Bassora.

Non è ancora chiaro come il materiale sia finito a Zubair, circa nove miglia a sud ovest di Bassora.

Un passante ha trovato il dispositivo radioattivo e ha informato le forze di sicurezza che immediatamente hanno recuperato il dispositivo.

Il materiale, che utilizza i raggi gamma per testare i difetti nei materiali utilizzati per oleodotti e gasdotti, è di proprietà della SGS di Istanbul.

Il materiale è classificato come una sorgente radioattiva di categoria 2 dall’AIEA, il che significa che se non gestito correttamente potrebbe causare danni permanenti alle persone che si trovano in prossimità di esso per pochi minuti o ore, e potrebbe essere fatale alle persone esposte per un periodo maggiore.

Apr news

f ag

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Politica

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: