L’Isis perde Dabiq, la città simbolo

cu5ju9xwcaattez

L’esercito siriano libero (Fsa), ha riconquistato le città di Dabiq e Soran, controllate fino ad ora dall’Isis, a nord di Aleppo.

Conquistando Dabiq i ribelli non hanno solo strappato all’Isis una cittadina strategica ma hanno tolto ai jihadisti uno dei suoi luoghi-simbolo, una “roccaforte morale”,  dello Stato islamico perché sede della battaglia finale fra Dio, difeso da un grande esercito musulmano, e i suoi nemici: i “Romani”, cioè i “crociati”.

La profezia si ritrova nell’Hadith (Racconto), il libro che narra vita e azioni del profeta Maometto. L’Hadith 6924 recita: “L’ultima ora suonerà solo quando i Romani arriveranno a Dabiq. Allora verrà da Medina per contrastarli un esercito formato dagli uomini migliori dei popoli della terra”.

Anche la rivista della propaganda degli islamisti s’intitola, non a caso, “Dabiq”.

Apr news

fHP

Annunci


Categorie:Esteri, Politica, Terrorismo Gruppi

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: