Guantanamo, la prigione più costosa del mondo

U.S. Department of Defense

Nel 2002 il governo degli Stati Uniti, sotto l’amministrazione Bush, ha aperto il campo di prigionia di Guantanamo.

Dal giorno della sua apertura 779 uomini sono stati incarcerati nella temuta e costosa prigione, di cui 22 minorenni.

La maggior parte di essi non è mai stata formalmente accusata o giudicata da un tribunale. In 10 anni, uno solo dei 779 detenuti incarcerati nella base è stato trasferito negli Stati Uniti per essere giudicato davanti a un tribunale federale di diritto comune. Altri sono comparsi di fronte a commissioni militari.

All’inizio di quest’anno l’Amministrazione Trump ha fatto capire che intende portare nuovi detenuti nella prigione di Guantanamo e limitare le restrizioni sui metodi di interrogazione considerati tortura.

Quella di Guantanamo è una delle prigioni più costose del mondo.

In uno dei suoi discorsi Trump ha promesso di “riempire Guantanamo di cattivi”e di poterlo gestire con 60 milioni di dollari all’anno, sicuramene molto meno dei 480 milioni attuali.

Il Dipartimento della Difesa ha pubblicato i costi sostenuti per l’anno 2015 che ammontano a 445 milioni di dollari, ma la somma riportata non include le spese e i costi a carico di altre agenzie federali che sono coinvolte.

Ognuno dei 41 uomini che ancora si trovano a Guantanamo ha un costo per il contribuente americano di $ 12 milioni all’anno.

California e Illinois hanno dichiarato che spendono annualmente meno di $ 100.000 a persona per i prigionieri di massima sicurezza.

L’isolamento di Guantanamo aumenta i costi. Cuba rifiuta l’affitto duraturo all’America, molti degli edifici della struttura di detenzione, costruiti per uso temporaneo, devono essere sostituiti. Ogni imprevisto, emergenza o anche le cose di routine devono essere portate dagli Usa che fanno lievitare i costi notevolmente.

Poiché il campo è ufficialmente temporaneo, la guardia è costituita da riservisti della polizia militare le cui unità ruotano circa due volte l’anno, aumentando il costo dell’addestramento e le altre spese connesse.

Bisogna aggiungere che molti detenuti hanno problemi di salute e sono in età non più giovane, il che richiede cure mediche costose.

I tribunali federali hanno stabilito che la detenzione dei prigionieri di “guerra” a Guantanamo è legale.

Tuttavia, molti esperti ritengono che sarebbe più sicuro, visto i costi e l’isolamento, realizzare le strutture adatte all’interno del territorio nazionale statunitense, utilizzando edifici costruiti secondo standard moderni per i detenuti ad alto rischio, ma il Congresso si oppone a spostare qualsiasi detenuto di Guantanamo negli Stati Uniti.

Negli ultimi anni alcuni detenuti sono stati trasferiti in Europa, Italia compresa, Africa e altre parti del mondo ma l’America si rifiuta di tenerli sul proprio territorio nonostante la prigione e le leggi applicate siano loro.

Apr news

fag, ph Us departmentofdefence

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Personaggi, Politica

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: