USA: Negato il visto per la competizione robotica alle ragazze afghane

Schermata 2017-07-02 alle 15.15.23

Gli Stati Uniti hanno negato i visti d’ingresso negli Usa a sei ragazze adolescenti, provenienti dall’Afghanistan, per partecipare a una competizione internazionale di robotica a Washington, D.C questo mese, dove saranno presenti 163 altre squadre di tutto il mondo.

La squadra di ragazze di Herat, una città nell’Afghanistan occidentale, ha chiesto un visto di viaggio di una settimana per partecipare alla FIRST Global Challenge che si svolgerà a metà di luglio.

Roya Mahboob, che ha fondato la società software Citadel in Afghanistan e ha organizzato la squadra di ragazze, ha detto a Forbes che quando il team ha sentito che le richieste di visto erano state respinte dopo una seconda richiesta, le ragazze hanno pianto tutto il giorno.

“È un messaggio molto importante per la nostra gente”, hanno detto. “La robotica è una novità in Afghanistan”.

Le ragazze stanno ancora lavorando sul loro robot che manderanno al concorso e che potranno guardare solo su Skype.

Fatemah, un membro del team di 14 anni, ha detto a Forbes che ama lavorare con i robot e creare qualcosa di nuovo. “Vogliamo mostrare al mondo che possiamo farlo, abbiamo solo bisogno di una possibilità”.

Non è chiaro perché il team di ragazze non sia in grado di ottenere un visto di una settimana. L’organizzazione ha sottolineato che hanno lavorato molto a stretto contatto con il Dipartimento di Stato nel cercare di ottenere i visti per le squadre provenienti da tutti i paesi che partecipano alla competizione.

La squadra ha già affrontato una serie di altri ostacoli, tra cui ottenere le parti necessarie per il loro robot, per cominciare. Il team ha dovuto aspettare mesi per i permessi doganali, per ottenere le materie prime che sono arrivate solo tre settimane fa.

L’unica altra squadra di cui i visti sono stati respinti finora è stato il Gambia, secondo FIRST Global.

La politica estera statunitense nei confronti dell’Afghanistan è disastrosa. Il mese scorso gli Stati Uniti hanno sganciato la più grande bomba non nucleare, soprannominata “Madre di tutte le bombe” su Nangarhar, nell’est del paese, uccidendo 250 persone.

Inoltre hanno bombardato l’Afghanistan negli ultimi 16 anni, in altre parole, per l’intera vita delle ragazze del team.

Apr news

F ag, ph first-global

https://www.facebook.com/F1RSTglobal/?hc_ref=PAGES_TIMELINE&fref=nf

Annunci


Categorie:Cronaca, Esteri, Personaggi, Politica

Tag:, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: